Pagine

sabato 15 luglio 2017

Turchia, a un anno dal golpe licenziati altri 7.500 poliziotti e dipendenti pubblici

Rai News 24
Non si arrestano le epurazioni in Turchia, dove sabato si ricorda il primo anniversario del fallito golpe contro il presidente Recep Tayyip Erdogan. 


La Cnn turca ha dato notizia di un nuovo decreto governativo che ordina il licenziamento di 7.340 tra agenti di polizia e dipendenti dei ministeri. 

Secondo quanto precisato, la decisione riguarda duemila uomini delle forze dell'ordine, funzionari dei ministeri della Giustizia e degli Esteri, oltre a 300 accademici. 

Nei giorni scorsi, il governo ha reso noto che dal fallito colpo di stato dello scorso anno 142mila persone sono state coinvolte dalle epurazioni nel settore pubblico. 

Il decreto in questione è stato emesso secondo la procedura prevista dallo stato di emergenza, in vigore nel Paese dallo scorso 20 luglio. Il miliardario e ideologo islamico Fetullah Gulen, dal 1999 in "esilio" negli USA, ha di nuovo respinto le accuse di essere l'ispiratore del fallito golpe di un anno fa.

Nessun commento:

Posta un commento