Pagine

domenica 2 luglio 2017

APPELLO URGENTE Fermare l'esecuzione di William Morva prevista il 6 luglio 2017 in Virginia

Blog Diritti Umani - Human Rights
6 Luglio 2017
Eseguita la condanna a morte di William Morva, 35 anni, grave malato mentale


www.santegidio.org
La sua storia
Milliam Morva
William fu condannato a morte per l'uccisione di due poliziotti. La giuria era pienamente consapevole che tutti i suoi crimini erano causati da un forte delirio di persecuzione e da una grave patologia psicotica che non riesce a controllare. William crede di essere chiamato da un'entità soprannaturale per salvare il mondo, questi deliri lo hanno condotto a compiere diversi reati ed a subire altri processi in passato.

Chiediamo a tutti gli uomini di buona volontà di scrivere al Governatore della Virginia McAuliffe, affinché fermi l'esecuzione di William Morva, eventualmente utilizzando il testo che viene proposto di seguito. 


chiedendo al Governatore di concere uno stop, abbiamo solo pochigiorni. Basta un click!

Ecco il testo per il Governatore:
Caro Governatore McAuliffe,
Le scrivo per esprimere la mia sincera preoccupazione per l'esecuzione di William Morva prevista per il 6 luglio 2017.
La prego di considerare la malattia mentale di William e l'impatto che essa ha avuto sui crimini che ha commesso.
Le chiedo di mostrare misericordia e commutare la sua condanna a morte, così come è nel suo potere.
Come credente e come cattolico credo fermamente nella sacralità della vita e nella dignità di ogni persona umana.
Tale rispetto per la vita riguarda tutti, senza eccezioni, anche coloro che abbiano commesso molto male, come sosteneva anche il Papa Giovanni Paolo II.
Ciò vuol dire che dobbiamo riconoscere tale dignità e rispetto per la vita anche a William Morva, nonostante il grave crimine che ha commesso.
Il dono della vita dipende solo da Dio e noi non abbiamo alcun potere di crearla o di distruggerla.
Non voglio affatto dimenticare il tremendo dolore delle vittime e delle loro famiglie.
Come Chiesa, preghiamo per la guarigione e la pace di tutte le vittime di crimini violenti, ma non possiamo accettare o perdonare in alcun modo un'esecuzione pianificata da parte di uno Stato che intenda fare giustizia, soprattutto in un caso come quello di William Morva, la cui malattia mentale è evidente e certificata da molti esperti.
Come è noto la malattia e il delirio che essa comporta, fanno sì che Morva ancor oggi viva in una realtà che non esiste.
Per tali motivi le chiedo di concedere un atto di clemenza nei confronti di William Morva, affinché non gli sia negata la dignità della vita.


Cordiali saluti,
FIRMA

Nessun commento:

Posta un commento