Pagine

mercoledì 28 giugno 2017

Rom a Roma: «Nei campi manca acqua ed è pieno di topi»

Cinque Quotidiano
E’ una coraggiosa donna di etnia Rom, nata in Bosnia, figlia di un partigiano, a denunciare Roma Capitale ed il Sindaco Virginia Raggi dalle telecamere di Quinta Colonna, trasmissione condotta da Paolo del Debbio su Rete 4.


Sabaheta Hamidovic, madre e cittadina reclusa nel campo di Castel Romano, sulla Pontina: “Non abbiamo l’acqua da 30 giorni ed e’ pieno di topi, i nostri bambini possono morire”. Ecco l’essenza del Piano Raggi riservato ai Rom, Sinti e Caminanti di Roma Capitale, ecco come vengono gestiti i 3.8 milioni di euro ricevuti dall’Unione Europea per promuovere inclusione sociale e politiche per accesso alla casa ed al lavoro. 

Stamani, Marcello Zuinisi, legale rappresentante dell’Associazione Nazione Rom si e’ rivolto nuovamente ad Anac Autorita’ Nazionale Anticorruzione di Raffaele Cantone chiedendo il suo intervento su Governo Nazionale e Governo Capitolino.

Questo il passaggio fondamentale della lettera protocollata alle istituzioni: “al fine di salvaguardare la sicurezza e la vita degli abitanti del Campo di Castel Romano, nel rispetto delle normative sull’igene, della Carta dei Diritti Fondamentali dell’Unione Europea, della Costituzione Italiana, tenendo conto che il Governo Italiano, il Ministero del Lavoro, l’Agenzia di Coesione Territoriale, le Regioni e le Citta’ Metropolitane hanno ricevuto, tramite i programmi Pon Inclusione 2014 – 2020 (1.250.000.000 euro) e del Pon Metro 2014 – 2020 (894.000.000 euro) la cifra economica complessiva di 2.146.000.000 di euro, con la presente si chiede intervento urgente ed immediato di Roma capitale al fine di ripristinare fornitura idrica e derattizzazione degli ambienti del campo di Castel Romano”. 

In Italia ed a Roma “mafia capitale” non e’ mai finita. La richiesta di intervento dell’Autorita’ Nazionale Anticorruzione sul Governo Nazionale e sul Governo Capitolino e’ stata richiesta ufficialmente in data 8 giugno 2017, direttamente alle porte di ingresso del Magistrato Raffaele Cantone. La legge, e’ scritto nei tribunale, e’ uguale per tutti, senza distinzioni di sesso, etnia, religione ed opinioni politiche. Cosi’ in un comunicato l’Associazione Nazione Rom.

Nessun commento:

Posta un commento