Pagine

martedì 2 maggio 2017

Venezuela. Proteste anti Maduro, migliaia in piazza: scontri e feriti

Avvenire
A Caracas la folla è stata dispersa con i gas lacrimogeni. Ferito un deputato dell'opposizione.
Migliaia di persone sono nuovamente scese in piazza in Venezuela per protestare contro il governo del presidente Nicolas Maduro. Le manifestazioni anti Maduro vanno avanti ormai da un mese e sono spesso sfociate nella violenza: si sono già contati 30 morti.


A Caracas uno dei cortei indetti per il primo maggio, e partito dalla zona ovest della città, è sfociato in violenti scontri con le forze dell'ordine quando i manifestanti hanno cercato di raggiungere, superando i blocchi degli agenti in assetto antisommossa, l'ufficio delle commissione elettorale nazionale e alla sede della Corte Suprema: la folla è stata dispersa con gas lacrimogeni. 

Negli scontri è rimasto ferito un deputato dell'opposizione. Lo stesso è avvenuto con il corteo che partiva dalla zona est della capitale: quando i manifestanti hanno cercato di entrare in una delle strade principali gli agenti hanno cominciato a usare lacrimogeni per allontanarli.

Nel frattempo, parlando in occasione della tradizionale sfilata della Festa dei Lavoratori organizzata nel centro di Caracas, il presidente Nicolas Maduro annunciava il voto per una nuova assemblea costituente "della classe operaia". "Sto parlando di una Costituente profondamente operaia, decisamente operaia, che appartenga profondamente alle comune", ha dichiarato.

Nessun commento:

Posta un commento