Pagine

lunedì 1 maggio 2017

Da Trump plauso a Duterte, l'uomo che ha promosso gli squadroni della morte

Globalist
Invitato il presidente delle Filippine: accusato da Ong e Chiesa cattolica di migliaia di esecuzioni extragiudiziali

Forse qualcuno lo ha avvertito che sia le organizzazioni umanitarie internazionali sia la chiesa cattolica stanni denunciando la pericolosa deriva delle Filippine dove il presidente Duterte ha dato il via libera alle esecuzioni extragiudiziali? Ossia squadroni della morte a caccia di criminali e spacciatori che vengono uccisi sul punto.
Nonostante ciò Donald Trump ha invitato alla Casa Bianca il controverso presidente filippino Rodrigo Duterte - aspramente criticato da Barack Obama - apprezzando la sua lotta contro la droga.

Il presidente americano ha avuto una conversazione telefonica con il collega, ha riferito una nota della Casa Bianca, in cui si specifica che i due leader hanno "discusso sul fatto che le Filippine stanno combattendo duramente per liberare il Paese dalle droghe". Un portavoce di Duterte ha confermato l'invito a Washington confermando "l'apprezzamento di Trump per il lavoro del presidente filippino, soprattutto sul fronte" della lotta alla droga. 

Duterte, come detto, è accusato di aver ordinato migliaia di esecuzioni extragiudiziali nella sua guerra senza quartiere ai cartelli della droga, tanto che opposizione e attivisti hanno minacciato il ricorso all'impeachment e di denunciarlo alla Corte penale internazionale.

Nessun commento:

Posta un commento