Pagine

martedì 21 febbraio 2017

Ventimiglia, altro migrante morto. Folgorato sul tetto del treno. E' la sesta vittima in pochi mesi

Corriere della Sera 
Un altro migrante è morto nel tentativo di passare di nascosto la frontiera tra Ventimiglia e la Francia: l’uomo, la cui identità è al momento sconosciuta è stato trovato privo di vita sopra il tetto di una carrozza ferroviaria alla stazione di Cannes. L’ipotesi più probabile è che sia morto folgorato. Da ottobre a oggi questa è la sesta tragedia che ha come teatro il tormentato confine della cittadina ligure dove sono sempre fermi centinaia di stranieri che provano a raggiungere la Francia dribblando i controlli delle autorità di frontiera.


Aggrappato al pantografo
Secondo quanto accertato fino a questo momento, il migrante sarebbe salito sul tetto del convoglio alla stazione di Ventimiglia; il treno è quello partito dalla cittadina di confine alle 5.30 del mattino. La vittima è stata trovata aggrappata al pantografo nella stazione di Cannes La Bocca e questo fa pensare che la morte sia avvenuta per la folgorazione della corrente elettrica che alimenta il treno. L’ultima tragedia risale al 5 febbraio scorso, anche in quel caso lungo la linea ferroviaria: un venticinquenne algerino era stato falciato da un treno in corsa mentre camminava lungo i binari poco prima della stazione di Mentone. Tra ottobre e dicembre altre tre persone erano decedute investite invece lungo l’autostrada, sempre nel tentativo di attraversare il confine clandestinamente.

Nessun commento:

Posta un commento