Pagine

sabato 4 febbraio 2017

Rifugiati. Chiusura della rotta del Mediterraneo: così l'Occidente costruisce la "trappola libica"

VITA 
Nel giorno del vertice europeo di Malta sul piano Ue-Libia sulla migrazione, Amnesty International mette in guardia: ritirare le operazioni navali europee in soccorso dei migranti a favore della guardia costiera in realtà è un piano per impedire ai rifugiati di raggiungere l'Europa, costringendo centinaia di migliaia di persone a vivere in Libia in condizioni disumane

Immigrati detenuti nelle carceri libiche
Rapporti simili sulle condizioni sono riflessi in un documento del governo tedesco trapelato questa settimana. Il piano proposto omette anche riferimenti a qualsiasi meccanismo di responsabilità o di altre misure di salvaguardia per garantire che l'Ue non starebbe alimentando direttamente gravi violazioni dei diritti umani attraverso questa cooperazione con la Libia. «È francamente sconcertante, data la gravità della situazione in Libia e la profondità della sofferenza umana sopportata lì da rifugiati e migranti, che una tale proposta sia ancora in discussione. La mancanza di dettagli concreti sul reinsediamento o sulle garanzie per i migranti e i rifugiati intrappolati in un paese sostanzialmente senza legge tradisce le intenzioni meschine alla base di questa proposta cinica», ha aggiunto Iverna McGowan.

Nessun commento:

Posta un commento