Pagine

martedì 7 febbraio 2017

Amnesty, in carcere Damasco 13.000 eseguiti in 5 anni Impiccagioni di massa a Saydnaya. Autorità negano

ANSA
Beirut - Oltre 13.000 persone sono state eseguite in un carcere di Damasco in cinque anni: lo rende noto Amnesty International in un rapporto pubblicato oggi. L'organizzazione per i diritti umani riporta che impiccagioni di massa sono avvenute nella prigione di Saydnaya, soprannominata dai detenuti il 'mattatoio', in un un periodo che va dall'inizio della rivolta del 2011 al 2015.

Nel rapporto, basato su interviste a 31 ex carcerati e oltre 50 funzionari, Amnesty sottolinea che le esecuzioni sono state autorizzate da alti funzionari, inclusi i vicepresidenti di Bashar Assad.

Le autorità siriane hanno negato le esecuzioni di massa, ma Amnesty scrive che nel carcere di Saydnaya gruppi di 20-50 persone venivano impiccate una o due volte alla settimana.

Nessun commento:

Posta un commento