Pagine

mercoledì 4 novembre 2015

Corte suprema Usa sospende esecuzione della pena di morte di Earnest Johnson in Missouri

La Repubblica
La motivazione: "L'iniezione letale potrebbe provocargli sofferenze inaudite"

Houston  - La corte suprema Usa ha sospeso l'esecuzione di un condannato in Missouri perché l'iniezione letale potrebbe provocargli sofferenze inaudite. L'esecuzione di Earnest Johnson, 55 anni, condannato per tre omicidi avvenuti nel 1994, era in calendario per oggi, dopo le 18. L'uomo soffre di un tumore al cervello che gli è stato parzialmente rimosso nel 2008.

Secondo gli avvocati difensori, i medicinali contenuti nell'iniezione letale, che bloccano il sistema nervoso, potrebbero provocargli convulsioni e incredibili dolori, violando così la costituzioni sulle "punizioni violente". La difesa sostiene anche che l'uomo sia affetto da disabilità mentali.

Dall'inizio dell'anno sono state eseguite 25 esecuzioni capitali negli Stati Uniti, secondo l'Information Center sulla pena di morte, di cui 6 in Missouri

Nessun commento:

Posta un commento