Pagine

giovedì 16 luglio 2015

Bahrein - E' stato liberato l'attivista per i diritti umani Nabeel Rajab

Il Post Internazionale
Il re del Bahrein ha concesso la grazia all'attivista Nabeel Rajab, imprigionato da oltre due mesi a causa della sua opposizione al governo
Nabeel Rajab, dissidente politico e attivista per i diritti umani del Bahrein, è stato liberato. Rajab era stato imprigionato nel maggio del 2015, con l'accusa di aver offeso e insultato le autorità del Paese. L'agenzia giornalistica Bahrain News Agency ha riferito che il re Hamad ha deciso di concedergli la grazia, perché l'attivista soffre di problemi di salute.

Rajab è il presidente dell'organizzazione no-profit Bahrain Centre for Human Rights (Bchr), da lui fondata nel 2002. Sin dagli anni Novanta, è stato una delle voci più critiche nel Bahrein, e nel mondo arabo in generale. Ha denunciato con coraggio gli abusi da parte del governo e, a causa del suo lavoro e delle sue campagne, ha subìto arresti, minacce e intimidazioni fisiche.

Il 14 maggio del 2015 una corte del Bahrein ha confermato in appello la condanna per Rajab a sei mesi di carcere, per alcuni messaggi su Twitter e un articolo pubblicati nel settembre del 2014. Le parole di Rajab erano state considerate offensive perché accusavano il governo di essere "l'incubatore ideologico" del terrorismo, e avevano insinuato che alcuni soldati delle forze governative si fossero uniti all'Isis.

Nessun commento:

Posta un commento