Pagine

sabato 21 febbraio 2015

Tre fratellini morti carbonizzati in tenda - Erano rifugiati siriani in Libano

L'Unione Sarda
Le piccole vittime avevano acceso una stufa per scaldarsi a seguito del grande freddo di questi giorni.
Vivevano in una tenda, dopo essersi rifugiati in Libano dopo la fuga dal loro Paese, la Siria, ancora in guerra. Ma nella notte la loro tenda ha preso fuoco, probabilmente per il cattivo funzionamento di una stufa elettrica usata per proteggersi dal freddo, e i tre bambini sono morti. I genitori, invece, sono riusciti a salvarsi. Le piccole vittime si chiamavano Rawaa, Talal e Sabah Sleiman e avevano trovato rifugio in una tenda nella cittadina di Bhenin. Avevano acceso la stufa per scaldarsi dato che in questi giorni ci sono state abbondanti nevicate nella zona e già sei rifugiati siriani, compresi due neonati, sono morti in Libano a causa del freddo.

Nessun commento:

Posta un commento