Pagine

domenica 22 febbraio 2015

Pakistan pena di morte: respinte sei richieste di grazia, da dicembre 10 i detenuti già saliti sul patibolo

Ansa
Il presidente pachistano Mamnoon Hussain ha respinto sei richieste di grazia presentate da detenuti condannati a morte per atti di terrorismo. Lo riferisce oggi il quotidiano Dawn. Si prevede quindi che nei prossimi giorni, siano eseguite le impiccagioni dei prigionieri tutti originari della provincia meridionale del Sindh.
Carcere di Multan luogo delle precedenti esecuzioni
La decisione è già stata comunicata alle autorità penitenziarie competenti. Da quando il premier Nawaz Sharif ha deciso di sospendere la moratoria, Hussain ha già rigettato 17 domande di grazia di condannati nel braccio della morte. 
Era stata la strage di oltre 130 bambini in una scuola di Peshawar a metà dicembre a indurre il governo a prendere misure draconiane contro i jihadisti. Finora dieci condannati sono saliti al patibolo. Secondo fonti del governo, esiste una lista di 5.000 detenuti condannati a morte in via definitiva e che potrebbero essere quindi impiccati. 

La ripresa delle esecuzioni capitali ha sollevato le critiche dei difensori dei diritti umani e anche delle Nazioni Unite.

Nessun commento:

Posta un commento