Pagine

lunedì 23 febbraio 2015

Nigeria combattimenti contro Boko Haram e emergenza rifugiati. 32.000 profughi in un campo che ne prevedeva 18.000

EuroNews
Le forze nigeriane hanno ripreso la città sudorientale di Baga: teatro, all’inizio dell’anno, di una strage di civili da parte di Boko Haram.

La conquista di questa località strategica al confine con Ciad, Niger e Camerun è una delle vittorie più significative ottenute contro il gruppo terroristico, divenuto ormai una minaccia per tutti i Paesi della regione.

I combattimenti hanno investito diverse isole nel lago Ciad, provocando più di una cinquantina di vittime da venerdì, secondo i bilanci forniti dagli eserciti dei Paesi coinvolti.

Scappando da Boko Haram, migliaia di rifugiati nigeriani hanno varcato la frontiera con il Camerun. Nei campi sovraffollati, manca di tutto: dal cibo ai medicinali.

Lucas Isaac parla a nome dei rifugiati: “Questo campo era stato rifornito per assistere fino a 18mila persone – spiega – ma, con il passare del tempo, gli arrivi si sono moltiplicati. Quel che avrebbe dovuto bastare per 18.000 persone ce lo dividiamo oggi in 32.000. E’ chiaro che mancano molte cose”.
Nigeria, Ciad, Niger, Camerun e Benin stanno approntando una forza militare di 8.700 uomini per combattere Boko Haram. La settimana prossima, metteranno a punto il progetto durante una riunione a N’Djamena.

Nessun commento:

Posta un commento